Domnisoara Skal- cap.3 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo terzo)

IL MISTERO SECONDO EMIL DE LASZOWSKA

E

CRONISTORIE DELLA FAMIGLIA RULIKOWSCKI

/dal diario di Skal/

 

Trovai Emil immerso nei suoi pensieri, mi aveva invitato per una passeggiata nel giardino all’inglese nei pressi del castello dei principi Wilcox; per fortuna il Natale era trascorso senza accumulare troppi danni e troppi dolciumi all’interno della mia vita e l’anno era iniziato com’era finito quello precedente: con un’oscura cappa che rendeva la mia esistenza piena di perplessità e piccoli timori, di certo non me ne lamentavo. Non avrei potuto immaginare niente di più stimolante che un viaggio nel paranormale e nel mistero! Dal momento del ritrovamento dei tre quadri Emil si era ritirato nel suo studio e avevamo avuto poche occasioni per incontrarci, al di fuori di qualche salotto mondano. Con uno stratagemma, una di quelle avventure da non raccontare in giro, avevamo fatto uscire gran parte del materiale ritrovato nei sotterranei della biblioteca e, con grande sorpresa, c’eravamo reso conto che molte cose erano strettamente legate ai quadri, anzi ai soggetti dipinti. Questo era il motivo del nostro incontro.

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.3 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.2 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo secondo)

ILLUSIONI SPETTRALI?

/dal diario di Skal/

Il trascorrere lento e uggioso dei giorni rese il ricordo di quella notte nel parco un po’ meno inquietante. Davanti allo specchio della mia camera osservavo il mio volto più calmo e riflettevo, per l’ennesima volta, sull’accaduto. Intanto Pergolino si stiracchiava sul letto ancora sfatto, dopo una lunga e beata dormita. Avevo evitato di andare al parco anche in pieno giorno, le mie passeggiate in compagnia del mio amico a quattro zampe si erano limitate alla bottega del lattaio. Inoltre la mia vita mondana si era ridotta all’osso, così come le mie letture dal gusto decisamente oscuro. Era per davvero ridicolo! Quella non potevo essere io! Soprattutto non potevo continuare così… Aprii il cassetto del comò e afferrai il guinzaglio del micio; dopo pochi istanti eravamo già allegramente in strada, verso il giardino pubblico delle… illusioni spettrali?

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.2 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.1- romanzo

Questo romanzo è dedicato

alla memoria del mio

gatto Cenerino

Le avventure di Domnisoara Skal

di Serena S.


/2006/

(capitolo primo)

Nel Parco

/dal diario di Skal/

 

Preferii tornare a casa molto presto, invece che restare lì con quelle compagne chiassose. Non che non mi piacesse divertirmi in modo frivolo e fare confusione in compagnia ma, quella sera, tutto era esplicitamente fuori luogo, fuori sintonia. La comitiva non era delle migliori, disprezzavo quelle persone, il loro modo di sentirsi sempre a proprio agio, in ogni circostanza e luogo. Inoltre non concepivo come possibile avere come unica preoccupazione, nella vita, la perfezione delle ciglia e del giusto abbigliamento per sedurre qualche scalognato. Io ero sempre il solito pesce fuor d’acqua e non me ne vergognavo per niente. Avevo superato da un pezzo, per mia fortuna, l’età scolastica e di conseguenza potevo stare in disparte tranquillamente, senza nessun senso d’inferiorità o mania di protagonismo repressa. Il mio cervello era pieno d’idee, disegni, potenza creativa, nonostante che in quel periodo non avessi nessun progetto definito cui dedicarmi. Insomma non mi sentivo in dovere di dimostrare qualcosa agli altri, né tanto meno alle altre! Mi compiacevo di quel periodo ordinato della mia esistenza, per tanto tempo l’avevo bramato e, probabilmente, anche meritato quindi… Non mi restava che stare in pace e lasciare che la mia mente mi portasse chissà dove.

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.1- romanzo”

Oltre la data di scadenza

“L’umanità, oltre la data di scadenza”, vuole essere una sorta di prefazione al “Boudoir della Signorina de Sade”, romanzo storico-erotico in 7 atti, scritto tra la primavera e l’estate del 2007, da Serena S. e autoprodotto da Madhouse Autoproduzioni all’interno dell’opuscolo “AVORIO ovvero la putrefazione di Foxy Lady”. Ispirato alla figura storica di Anne Prospère de Launay: cognata e donna profondamente amata da Donatien Alphonse Francois de Sade.  Alcuni episodi della biografia del “divin marchese” sono stati riveduti e corretti altri immaginati di sana pianta. Storie di donne o meglio di donne in cammino sulla retta via del peccato. L’unica che ci è concesso percorrere dalla nostra natura di esseri imperfetti. “L’umanità, oltre la data di scadenza” è anche una critica, molto personale, ai canoni estetici che imperversano nella realtà odierna, sui social network e non solo.

Leggi tutto “Oltre la data di scadenza”