Aspettando la notte delle ombre

Una selezione di racconti brevi e un po’ datati, musica e qualche immagine in attesa della notte del Sabba Maggiore più conosciuto e festeggiato del pianeta. Questa festa segna l’inizio della parte oscura dell’anno, quello che mi somiglia di più, e fortemente legata ai tempi e cicli dell’agricoltura, perchè soprattutto è la terza e ultima FESTA DEL RACCOLTO… Simboleggia anche la morte del Sole, emblema delle energie maschili.
In questa notte ricordiamo i nostri cari che ci hanno lasciato e portiamo loro dei piccoli doni. E’ una notte di festa ma anche di riflessione, su ciò che è stato e su ciò che sarà. Possiamo osservare quello che accade intorno a noi e dopo agire di conseguenza… E’ la morte di un ciclo e la nascita di uno nuovo. Faceva parte delle tradizioni europee fino a quando la Vecchia Religione non fu sostituita con un’altra di provenienza orientale.

Leggi tutto “Aspettando la notte delle ombre”

Le avventure di Domnisoara Skal- romanzo completo

Poche righe per presentare il romanzo “Le avventure di Domnisoara Skal”, tra misteriose apparizioni e tazze di buon tè, la signorina Skal ci porterà a indagare sul passato di una città in cui l’avidità ha preso il sopravvento sulla pietà. Una storia autunnale, un mio personale omaggio al “Gothic Revival” e al mio gatto Cenerino che, quando scrivevo queste pagine, mi girottolava intorno e spesso si appisolava poco distante da me.

Qui di seguito troverete i collegamenti diretti a ogni capitolo, questo dovrebbe facilitarvi la lettura!

Leggi tutto “Le avventure di Domnisoara Skal- romanzo completo”

Domnisoara Skal- cap.6 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo sesto)

Quattro passi con Skal

/dal diario di Skal/

 

Lavorare con gli altri molto spesso risulta monotono, preferisco procedere da sola, perdermi nel mio mondo, l’unico in cui riesco a essere una grande organizzatrice. Ripenso spesso a quell’ultima passeggiata notturna in compagnia di Emil de Laszowska e a quegli ultimi tenebrosi giorni trascorsi in quella città che non rimpiango, invece Emil mi manca moltissimo. So che le nostre strade sono destinate a riunirsi ma, per ora, lascio che scorrano parallele.

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.6 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.5 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo quinto)

 

La Luna Blu

/dal diario di Skal/

Il conte Dracula si riferiva a un curioso fatto, un fenomeno naturale che si manifesta ogni tre anni, quando in uno stesso mese di presentano due pleniluni. Questa Luna in più, la tredicesima appunto, secondo la shamanesimo, si chiama Luna Blu. Dall’analisi fatta dal conte la notte in cui per la famiglia Rulikowscky gli eventi erano precipitati tragicamente, in cielo governava proprio una Luna Blu. Quasi sicuramente nel corso del tempo, ogni notte di questo peculiare plenilunio, era possibile entrare in contatto con quello che restava dello spirito di questa famiglia, ormai estinta da secoli. Per anni a nessuno era mai importato di loro, della loro triste storia e della fine violenta che gli era stata imposta; ma per qualche misteriosa ragione loro erano entrati in contatto con me e, qualcosa di molto forte mi aveva spinto a non fermarmi di fronte a quel pauroso episodio che era accaduto nel parco. Avrei potuto dimenticare tutto, come si fa con un brutto sogno o una suggestione, per essere stata da sola in un luogo poco raccomandabile, nel cuore della notte, invece…

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.5 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.4 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo quarto)

Sua maestà illustrissima e veneranda il Conte Dracula.

/dal diario di Skal/

 

Il giorno seguente trascorse fortunatamente in modo tranquillo. La neve era caduta copiosa e il mio spirito sembrava essere tornato luminoso e pronto ha sapere sempre di più. Ero molto indecisa sul vestito che avrei dovuto indossare per quella sera. Anche se si trattava di una consultazione privata tra Emil, il conte Dracula e la sottoscritta, sapevo bene che avrei dovuto attraversare quella sorta di boudoir che era il salotto del conte, prima di giungere nel suo studio. Si trattava del salotto mondano più stravagante e anticonformista degli ultimi cento anni, questo mi metteva in una certa agitazione e curiosità. Chissà chi vi avrei incontrato e, prima di tutto, chissà se sarei stata all’altezza. Per calmarmi e rendere il mio animo più predisposto ad affrontare i momenti che avrei vissuto e mettere da parte l’ansia mi preparai un bagno caldo con un infuso di artemisia annua e, rischiai di fare tardi all’appuntamento con Emil. Alla fine indossai un abito nero in stile impero, arricchito da una passamaneria con disegni orientali che avevo ricevuto in  dono da una cara amica modista, conosciuta a Parigi anni prima. Mi sentivo molto frivola e infreddolita mentre raggiungevo Emil già a bordo del nostro tassì.

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.4 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.2 – romanzo

Le avventure di Domnisoara Skal

/2006/

(capitolo secondo)

ILLUSIONI SPETTRALI?

/dal diario di Skal/

Il trascorrere lento e uggioso dei giorni rese il ricordo di quella notte nel parco un po’ meno inquietante. Davanti allo specchio della mia camera osservavo il mio volto più calmo e riflettevo, per l’ennesima volta, sull’accaduto. Intanto Pergolino si stiracchiava sul letto ancora sfatto, dopo una lunga e beata dormita. Avevo evitato di andare al parco anche in pieno giorno, le mie passeggiate in compagnia del mio amico a quattro zampe si erano limitate alla bottega del lattaio. Inoltre la mia vita mondana si era ridotta all’osso, così come le mie letture dal gusto decisamente oscuro. Era per davvero ridicolo! Quella non potevo essere io! Soprattutto non potevo continuare così… Aprii il cassetto del comò e afferrai il guinzaglio del micio; dopo pochi istanti eravamo già allegramente in strada, verso il giardino pubblico delle… illusioni spettrali?

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.2 – romanzo”

Domnisoara Skal- cap.1- romanzo

Questo romanzo è dedicato

alla memoria del mio

gatto Cenerino

Le avventure di Domnisoara Skal

di Serena S.


/2006/

(capitolo primo)

Nel Parco

/dal diario di Skal/

 

Preferii tornare a casa molto presto, invece che restare lì con quelle compagne chiassose. Non che non mi piacesse divertirmi in modo frivolo e fare confusione in compagnia ma, quella sera, tutto era esplicitamente fuori luogo, fuori sintonia. La comitiva non era delle migliori, disprezzavo quelle persone, il loro modo di sentirsi sempre a proprio agio, in ogni circostanza e luogo. Inoltre non concepivo come possibile avere come unica preoccupazione, nella vita, la perfezione delle ciglia e del giusto abbigliamento per sedurre qualche scalognato. Io ero sempre il solito pesce fuor d’acqua e non me ne vergognavo per niente. Avevo superato da un pezzo, per mia fortuna, l’età scolastica e di conseguenza potevo stare in disparte tranquillamente, senza nessun senso d’inferiorità o mania di protagonismo repressa. Il mio cervello era pieno d’idee, disegni, potenza creativa, nonostante che in quel periodo non avessi nessun progetto definito cui dedicarmi. Insomma non mi sentivo in dovere di dimostrare qualcosa agli altri, né tanto meno alle altre! Mi compiacevo di quel periodo ordinato della mia esistenza, per tanto tempo l’avevo bramato e, probabilmente, anche meritato quindi… Non mi restava che stare in pace e lasciare che la mia mente mi portasse chissà dove.

Leggi tutto “Domnisoara Skal- cap.1- romanzo”

Io Vi Sento Male